Ottobre_2010 rotary

L’avv. Francesco Aversano ha relazionato il 24 ottobre scorso sul tema: “La mozzarella di bufala: tradizione e tradimento”. Problemi di denominazione, materia prima e sicurezza all’atto dell’acquisto da parte del consumatore. Altissimo interesse da parte dei numerosi intervenuti presso la sede conviviale. Dibattito sulle tematiche più sentite con esperti del settore e produttori della zona.

Importante seminario presso l’Asl di Cagliari il 28/29 ottobre: “Sistemi di allerta e rintracciabilità”. Altissimo interesse da parte degli operatori addetti al controllo di queste delicate procedure. Relazione sui profili sanzionatori e sulle responsablità degli operatori di filiera. Metodi di verifica ufficiale (reg. 178/02 e d.lgs. 190/06).

Assoluzione perchè il fatto non costituisce reato quando in un formaggio di capra si riscontri la presenza di latte vaccino in maniera difforme da quanto riportato in etichetta. Possibile?

E’ questa la sentenza  del febbraio 2010 emessa dal Tribunale di Trani, sez. distacc.di Ruvo di Puglia, per il legale rapp.te di una importante azienda casearia difesa dall’avv. Francesco Aversano. Assoluzione, appunto.

Mozzarella blu! L’ultima delle sorprese (…fino a un certo punto) della cronaca alimentare.

E’ proprio sfortunata la “perla bianca” di vacca o di bufala che sia. Come una gran dama, bella e aristocratica, e senza l’hobby di sgridare la serva: sempre contesa, ma puntualmente tradita!

Eppure c’è da tempo il riconoscimento comunitario DOP per quella di bufala campana, con un disciplinare che impone origine, materia prima e regole di produzione. C’è una tradizione che da sempre eleva anche quella vaccina ad eccellenza del patrimonio alimentare di casa nostra (es. la mozzarella STG).

Il sistema alimentare si fonda sui principi stabiliti prima di tutto dal reg. Ce n. 178/02, cuore della legislazione del settore e fulcro della sicurezza alimentare. Il considerando n. 30 fornisce un criterio di ordine generale risalente alla prevenzione, importante perchè coinvolge tutti i soggetti della filiera: gli operatori del settore alimentare sono in grado, meglio di chiunque altro, di elaborare sistemi sicuri per l’approvvigionamento alimentare e per garantire la sicurezza dei prodotti forniti; essi dovrebbero pertanto essere legalmente responsabili, in via principale, della sicurezza degli alimenti.

Avv. Francesco Aversano

Studio Legale in Salerno
Indirizzo:
via Rago, 2 – 84080 – Pellezzano di Salerno

Tel e fax: +39 089 568 301 9
Cellulare: +39 392 4148108

Email: info@avvocatoaversano.it
Email certificata (PEC):
info@pec.avvocatoaversano.it